Novità assoluta e-books PDF

Cosa fare dopo la cessazione del rapporto di lavoro

 

Per conoscere nel dettaglio tutti gli adempimenti successivi alla cessazione del rapporto di lavoro, consulta le nostre Guide in materia di licenziamento, dimissioni e risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

 

La cessazione del rapporto di lavoro determina alcuni adempimenti, gravanti in particolare sul datore di lavoro.

 

Egli, infatti, deve:

 

  • effettuare delle registrazioni sui libri obbligatori;
  • consegnare al dipendente una serie di documenti;
  • comunicare la cessazione agli organi competenti;
  • liquidare le competenze di fine rapporto;
  • versare, in determinati casi, un contributo di recesso.

 

In caso di inadempimento, il datore è soggetto a sanzioni amministrative.

 

Comunicazione di cessazione del rapporto di lavoro

 

Per quanto concerne la comunicazione di cessazione del rapporto di lavoro, essa va effettuata con modalità diverse a seconda della categoria cui appartiene il lavoratore:

 

  • lavoratore a termine;
  • collaboratore coordinato e continuativo;
  • lavoratore invalido;
  • apprendista;
  • lavoratore domestico;
  • lavoratore dello spettacolo;
  • lavoratore somministrato.

 

Una particolare disciplina è poi prevista per i lavoratori extracomunitari.

 

Particolare attenzione occorre prestare al termine entro cui effettuare la comunicazione di cessazione.

 

Liquidazione delle competenze di fine rapporto

 

Ci sono alcune somme che il datore di lavoro è obbligato a versare al termine del rapporto di lavoro.

 

Altre, invece, sono solo eventuali.

 

Avv. Francesco Barletta

www.licenziamento-dimissioni.it

 

Contribuisci anche tu a far crescere il sito!

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui principali social network.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© licenziamento e dimissioni - Partita IVA: 01215350776